COMUNICATO STAMPA

Genova, 12 Aprile 2021

 

Prova di qualificazione regionale di spada alla Spezia

Dopo più di un anno di sospensione a causa della pandemia, sono finalmente ripartite ieri le competizioni ufficiali anche in Liguria, con la prova di qualificazione ai Campionati Italiani in programma nel prossimo mese di maggio.

Alla presenza del Presidente della Federazione Italia Scherma Paolo Azzi, dell’Assessore allo Sport del Comune della Spezia Lorenzo Brogi e del Vicepresidente della Giunta Regionale del CONI Furio Ginori, il PalaMariotti della Spezia, con l’organizzazione impeccabile del Circolo Scherma La Spezia, ha ospitato le gare di spada della categoria Assoluti.  

Nelle due gare si sono imposti Benedetta Madrignani (Circolo Scherma La Spezia) per la spada femminile e Achille Cipriani (Cesare Pompilio) per la spada maschile.

Benedetta Madrignani ha superato in finale Giulia Navazzotti (Circolo della Spada Liguria) col punteggio di 15-13; salgono sul terzo gradino del podio Alice Ferri (Cesare Pompilio) e Arianna Pani (Genovascherma) e completano le atlete qualificate Ionela Berdianu, Margherita Baratta, Letizia Ambrosetti e Matilde Lantermo di Genovascherma, Caterina Ramella, Valentina Parodi e Vittoria Malaspina della Cesare Pompilio e Alice Viscardi del Circolo della Spada Liguria.

Nella prova maschile Achille Cipriani (Cesare Pompilio) ha battuto in finale il compagno di sala Filippo Severini per 15-14 con Gregorio Cirillo e Giorgio Falcone, entrambi di Genovascherma, appaiati sul terzo gradino del podio. Completano l’elenco dei qualificati Stefano Damiani e Sebastian Sanguineti della Cesare Pompilio, Fausto Buratti del Circolo della Spada Liguria e Alex Patrone di Genovascherma.

Il Comitato Regionale ringrazia il Circolo Scherma La Spezia che, guidato del Presidente Andrea Caruso e dell’ex Presidente del Comitato Regionale Giampiero Martelli, ha ancora una volta dimostrato di saper condurre in sicurezza un’organizzazione perfetta anche con la complessità dei vincoli imposti dal protocollo Covid-19.